Accertamento e contenzioso

Operazioni inesistenti: costo deducibile se è rispettato il principio di inerenza

di Michela Grisini

Se sono state emesse fatture per operazioni soggettivamente inesistenti, l'Iva è dovuta dall'utilizzatore per l'intero ammontare indicato o corrispondente alle fatture stesse. Sono, invece, deducibili per l'acquirente dei beni i costi delle operazioni soggettivamente inesistenti, purché si rispettino i principi di effettività, inerenza, competenza, certezza, determinatezza o determinabilità previsti dalla normativa riguardante le imposte sui redditi (si veda la sentenza 10167/12). A stabilirlo è la sentenza della Cassazione 18759/14, nella quale vengono richiamati, per risolvere il caso, i principi ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?