Accertamento e contenzioso

Studi di settore, lo «scostamento» non legittima l’accertamento

di Rosanna Acierno

Il mero scostamento tra ricavi dichiarati e quelli derivanti dall'applicazione degli studi di settore (o dei parametri) non costituisce di per sé grave incongruenza e non legittima l'ufficio ad effettuare l'accertamento standardizzato. Non può essere, pertanto, condivisa la posizione assunta in tal senso dall'amministrazione finanziaria, secondo cui il semplice disallineamento (anche non significativo) tra ricavi o compensi dichiarati e le risultanze degli studi di settore – qualunque ne sia l'entità – giustificherebbe di per sé l'accertamento.È quanto statuito dalla ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?