Accertamento e contenzioso

Lo scostamento dai calcoli dell’ufficio non basta alla rettifica

di Antonino Porracciolo

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Lo scostamento tra quanto dichiarato dal contribuente e il risultato dei calcoli dell'ufficio basati sui dati forniti dallo stesso contribuente non costituisce, da solo, presunzione grave, precisa e concordante per l'applicabilità dell'articolo 39, comma 1, lettera d), del Dpr 600/1973. Lo ricorda la Cassazione nella sentenza 20900/2014 .La controversia scaturisce dall'impugnazione di tre avvisi di accertamento con cui l'agenzia delle Entrate aveva contestato l'omessa registrazione di corrispettivi per gli anni 1998/2000 e aveva quindi determinato un maggior reddito e ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?