Accertamento e contenzioso

Accertamento da studi di settore professionisti

LA DOMANDA Sui maggiori compensi risultanti dallo studio di settore, viene calcolata IVA dovuta sulla base dell'aliquota media risultante dalla dichiarazione IVA annuale. Applicando il criterio di cassa, il volume d'affari IVA è superiore ai compensi incassati. Lo studio di settore calcola i maggiori compensi confrontandoli con quelli dichiarati, ma viene richiesto anche un versamento IVA su parte di compensi già fatturati ma non incassati nell'anno. E’ lecito chiedere in contraddittorio che venga calcolata l'IVA tenendo conto delle fatture effettivamente emesse, evitando di pagarla nuovamente su compensi su cui è già stata calcolata e di cui si è tenuto conto nelle liquidazioni periodiche?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?