Accertamento e contenzioso

I tempi di verifica si possono allungare senza rischio nullità

di Laura Ambrosi

La verifica che dura più di trenta giorni non è causa di nullità dell’avviso di accertamento, poiché il termine imposto dalla norma è solo ordinatorio e non perentorio. Ad affermarlo è la Corte di Cassazione con l’ordinanza 24690 depositata ieri. La vicenda trae origine da un avviso di accertamento emesso in conseguenza di una verifica ad una società. L’atto era impugnato dinanzi al giudice tributario e tra le diverse eccezioni, la ricorrente sollevava la nullità della ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?