Accertamento e contenzioso

Clausola antiabuso nella direttiva madre-figlia

di Riccardo Gabrielli e Federico Di Cesare

La direttiva 2015/121/Ue del 27 gennaio 2015 ha introdotto nella direttiva 2011/96/Ue (direttiva madre-figlia) una “norma minima” antiabuso al fine di prevenire l’evasione, l’elusione e la pianificazione fiscale aggressiva da parte dei soggetti appartenenti a gruppi societari. Naturalmente, tale clausola non pregiudicherà l’applicazione di disposizioni nazionali o convenzionali in ogni caso necessarie per evitare l’evasione fiscale, la frode fiscale o l’abuso. In ambito comunitario, la Commissione europea aveva già esplicitato la propria strategia contro l’evasione internazionale ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?