Accertamento e contenzioso

Non paga l’Irap il commercialista con lo studio in condivisione con i genitori

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Non versa l’Irap il commercialista che svolge, con il ruolo promiscuo di amministratore unico e libero professionista, la propria attività in una struttura nella quale, oltre alla sede della società amministrata, siano ubicati il proprio studio e lo studio legale dei genitori. Anzitutto perché tali elementi non sono in grado di configurare un’organizzazione complessa rilevante ai fini Irap. Poi perché la ritenuta sussistenza dell’autonoma organizzazione deve essere motivata in base ad indici rilevanti e decisivi. Questa la tesi della ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?