Accertamento e contenzioso

Fino al 2014 il reimpiego delle somme evase non raddoppia i reati

di Antonio Iorio

L’imprenditore che reimpiega in azienda le somme frutto di evasione fiscale non risponde delle condotte di riciclaggio e pertanto gli importi eventualmente da sottoporre a sequestro devono essere pari all’imposta evasa e non a quanto reimmesso nell’impresa. A fornire questa interessante interpretazione è la Corte di cassazione, sezione II penale, con la sentenza n. 9392 depositata ieri. Una società aveva omesso di fatturare cessioni di beni e le somme incassate erano state immesse all’interno della ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?