Accertamento e contenzioso

Il riordino degli interpelli non può passare in secondo piano

di Dario Deotto

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Anche le (tante) incertezze giurisprudenziali sugli interpelli e in particolare su quelli relativi alle società di comodo fanno comprendere come non sia più differibile una seria revisione del sistema fiscale. Il fatto è che c'è una delega in tal senso (la legge 23/2014 ), la quale, anche se un po' «ondivaga», avrebbe bisogno di essere attuata nell'ottica di un disegno complessivo (e non «a pezzetti»). Si pensi alla vicenda delle società di comodo. La legge delega ne prevede ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?