Accertamento e contenzioso

Frode fiscale, l’influenza sulla società conferma le misure cautelari

di Romina Morrone

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Il giudice non può accogliere la richiesta di sostituzione degli arresti domiciliari con un’altra misura meno afflittiva se l’imputato, condannato per diversi reati (frode fiscale compresa), ha ancora ampio potere di manovra in altre società, dispone di rilevanti risorse finanziarie e ha rivelato notevole professionalità e spregiudicatezza, con possibilità quindi di aggravare le conseguenze dei reati contestati e di commetterne altri. È quanto emerge dalla sentenza della Cassazione 24027 del 4 giugno . I fatti ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?