Accertamento e contenzioso

Residenza all'estero, i criteri per la tassazione

di Gioacchino De Pasquale

Il soggetto che si è trasferito all’estero ed in particolare in un paradiso fiscale, per svolgere un’attività di lavoro dipendente che lo impegna a tempo pieno, non deve pagare le tasse in Italia, secondo il principio di tassazione su base mondiale, nonostante siano rimasti gli affetti familiari. Assume notevole rilevanza il fatto che i giudici della Cassazione attribuiscono al contribuente l’onere di provare l’effettività del trasferimento, nonostante la presenza di una Convenzione contro le doppie imposizioni. Va altresì ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?