Accertamento e contenzioso

No al raddoppio dei termini se la denuncia arriva dopo il quarto anno

di Rosanna Acierno

È illegittimo l’utilizzo da parte del fisco del raddoppio dei termini laddove la notizia di reato sia stata inoltrata all’autorità giudiziaria tardivamente, cioè oltre il 31 dicembre del quarto anno successivo in cui è stata presentata la dichiarazione dei redditi. Inoltre, non può ritenersi fondata la presunzione di inesistenza delle operazioni se gli accertatori si limitano solo a contestare la genericità della descrizione nelle fatture dei servizi resi. Infine, non è corretto il comportamento dell’ufficio che, a fronte di ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?