Accertamento e contenzioso

Riforma fiscale, nell’interpello esteso il silenzio assenso

di Alessandro Cesana *

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

La revisione della disciplina degli interpelli estende la regola del silenzio assenso a tutte le tipologie di istanze presentate.Lo schema di decreto legislativo contenente la riforma insegue l'obiettivo di rendere più collaborativo il rapporto tra Fisco e contribuente, potenziando e modernizzando il dialogo preventivo a supporto degli adempimenti tributari. Per raggiungere questo fine, il legislatore pone maggiore attenzione alla tempestività nella redazione dei pareri.Le norme prevedono tre distinte categorie di istanze presentabili: l'interpello ordinario, antielusivo e disapplicativo. Mentre ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?