Dichiarazioni e adempimenti

Riforma degli interpelli inutile se non si torna a un rapporto collaborativo

di Dario Deotto

L’interpello del contribuente è divenuto nel tempo un coacervo di situazioni che riflettono bene l’ambiguità e la confusione del fisco italiano. Ce n’è per tutti i gusti: interpelli ordinari, antielusivi, antielusivi per situazioni che non sono elusive, disapplicativi, obbligatori, di accesso a particolari regimi, per le imprese di più rilevanti dimensioni, e così via. Bene, quindi, ha fatto la Corte dei conti a evidenziare una serie di storture. In particolare, il fatto che l’interpello ha perso nel tempo ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?