Accertamento e contenzioso

Raddoppio dei termini anche senza notizia di reato

di Laura Ambrosi

È legittimo il raddoppio dei termini anche se il reato è prescritto e anche se la notizia di reato non è stata inviata. A dirlo è la Cassazione con la sentenza 20043 depositata ieri. La storia. L’ufficio nel 2012 notificava un accertamento ad una contribuente riferito al periodo di imposta 2005: dopo aver determinato induttivamente i ricavi della società imputava alla socia, pro-quota, il presumibile dividendo distribuito degli utili extracontabili. Il provvedimento ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?