Accertamento e contenzioso

L’istanza non sana i delitti fraudolenti e di false fatture

di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Non tutte le violazioni penali tributarie saranno sanate in seguito alla presentazione dell’istanza di voluntary disclosure. Resta, infatti, la perseguibilità per i delitti di emissione di false fatture, di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, di indebita compensazione e di sottrazione delle scritture contabili. Vale a dire che pur presentando la domanda di regolarizzazione, il contribuente potrà comunque essere perseguito per tali reati. Per quanto riguarda l’emissione di false fatture va segnalato che, nel momento in cui ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?