Accertamento e contenzioso

«Vecchi» inviti, la Gdf non duplica i controlli

di Laura Ambrosi

Nei confronti dei 20mila contribuenti destinatari degli inviti dell’agenzia delle Entrate di regolarizzare mediante ravvedimento alcune irregolarità, la Guardia di finanza eseguirà controlli solo se dovessero emergere ulteriori risultanze dai propri atti. In caso contrario, ove il contribuente non dovesse ravvedersi, sarà l’agenzia delle Entrate a procedere alle relative contestazioni. È quanto emerge dalla direttiva del 13 ottobre 2015 del Comando generale delle Guardia di finanza finalizzata al coordinamento operativo di eventuali controlli nei confronti dei contribuenti destinatari di ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?