Accertamento e contenzioso

Dalla decisione della Suprema corte sul nuovo delitto di false comunicazioni deriva un rischio di moltiplicazione dei procedimenti

di Antonio Iorio

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

L’interpretazione della Suprema corte fornita con la sentenza 890/16, secondo cui nel nuovo delitto di false comunicazioni sociali è inclusa la rilevanza penale di enunciati valutativi, a prescindere dalla sua condivisibilità, potrebbe avere, in concreto, conseguenze particolarmente importanti. Infatti, già con la riforma in vigore dal 14 giugno 2015 si era assistito ad un allargamento della condotta illecita attraverso una serie di modifiche: abrogazione delle soglie, perseguibilità di ufficio e non più a querela di parte, previsione di ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?