Accertamento e contenzioso

Imposte, sottrazione fraudolenta se si prova la simulazione

di Antonio Iorio

Il reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte scatta anche se non sia stata iniziata alcuna attività di riscossione, ma è necessario provare la simulazione o la fraudolenza dell’alienazione e l’impossibilità per il contribuente di soddisfare comunque il credito erariale. In caso contrario, si rischiererebbe di criminalizzare qualunque alienazione di beni, con la conseguente lesione del diritto di proprietà costituzionalmente garantito. A fornire queste interessanti indicazioni è la Corte di Cassazione con la sentenza n. 13233 di ieri ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Abbonati a Digital Fisco per avere gli approfondimenti del Quotidiano del Fisco e il Quotidiano del Sole 24 Ore in versione digitale.

Approfitta della promozione, 3 mesi di prova a € 44,90

Abbonati

Sei già in possesso di username e password?