Accertamento e contenzioso

Accertamenti bancari, la necessità di cassa deve essere dimostrata

di Laura Ambrosi

È legittimo l’accertamento bancario fondato anche sui prelevamenti destinati a «urgenti necessità di cassa»: è il contribuente, infatti, che deve dimostrare chi sia il reale beneficiario e l’amministrazione non è tenuta ad alcun ulteriore onere probatorio. Ad affermarlo è la Cassazione, con la sentenza 11942/2016 depositata ieri. Una società ha ricevuto un avviso di accertamento con cui l’Agenzia contestava anche due prelevamenti bancari, considerandoli ricavi non contabilizzati. Il provvedimento è stato impugnato dinanzi al giudice tributario, rilevando che ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?