Accertamento e contenzioso

No al raddoppio per l’accomandante

di Rosanna Acierno

Il raddoppio dei termini di decadenza dal potere di accertamento, conseguente a violazioni penali tributarie, non può essere applicato automaticamente al socio accomandante diSas, che non ha potere decisionale né tantomeno direttivo. Quest’ultimo, infatti, non può essere trattato alla stessa stregua del socio accomandatario, che ha la rappresentanza e la responsabilità della società. Sono queste le principali conclusioni cui è giunta la Ctp di Milano, con la sentenza 5637/46/16 del 27 giugno 2016 (presidente Citro, relatore Chiametti). ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?