Accertamento e contenzioso

La condanna penale non blocca le sanzioni tributarie

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Non viola il principio del «ne bis in idem», previsto dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo, il ruolo formato dall’amministrazione per le sanzioni ancora dovute dal contribuente, definitivamente condannato per il reato di dichiarazione infedele, in caso di sua rinuncia al ricorso contro l’accertamento. Così la Ctp Torino con la sentenza 1244/6/2016 (presidente e relatore Bianconi). L’amministrazione accerta per il 2007 a un libero professionista compensi non dichiarati per oltre 800mila euro e ricupera costi indeducibili per ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?