Accertamento e contenzioso

Niente analitico-induttivo senza «pesare» le scritture

di Laura Ambrosi

È illegittimo l’accertamento analitico-induttivo se l’ufficio prescinde integralmente dalle scritture contabili senza presunzioni gravi, precise e concordanti. In questa ipotesi, infatti, si tratta di rettifica induttivo pura, legittima solo in presenza di contabilità inattendibile. A precisarlo è la Corte di cassazione con la sentenza n. 20132 depositata ieri. L’agenzia delle Entrate rettificava a un contribuente il reddito di impresa dichiarato. In particolare, l’ufficio ricostruiva induttivamente i ricavi del 2004 facendo riferimento ai prezzi esposti in negozio nel 2007. ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?