Accertamento e contenzioso

Sull’Iva versata per errore domanda di rimborso entro 2 anni

di Laura Ambrosi

L’Iva erroneamente versata va richiesta entro due anni dalla data di versamento: trattandosi, infatti, di un cosiddetto rimborso “anomalo” segue le regole più generali per la restituzione dei tributi. Ad affermarlo è la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 27221 depositata ieri. Una società presentava una richiesta di rimborso Iva erroneamente versata su operazioni di importazione. Tali somme non erano state inserite nel quadro VF della dichiarazione, relativo appunto all'imposta versata sugli acquisti. L'ufficio negava la restituzione ritenendo ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?