Accertamento e contenzioso

La rinuncia al credito acquistato dal socio non nasconde un intento elusivo

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

La rinuncia del socio al credito vantato nei confronti della società in precedenza acquistato presso una banca creditrice della stessa società all’interno di un processo di ristrutturazione aziendale non costituisce sopravvenienza attiva tassabile. Questo perché tale acquisto non nasconde un intento elusivo, il quale a tutto concedere deve essere dimostrato dall’amministrazione contestando i risultati extrafiscali conseguiti. Così la sentenza 1520/2017 della Cassazione , depositata ieri. La manovra elusiva A seguito di verifica fiscale l’Amministrazione accerta gli anni ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?