Accertamento e contenzioso

Legittima la deduzione fiscale dell’indennità suppletiva di clientela operata nel 2004

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

L’indennità suppletiva di clientela spettante agli agenti di commercio, anche se non più prevista, è sempre deducibile per competenza nella determinazione del reddito d’impresa per la mandante che ha continuato ad accantonarla distintamente rispetto all’indennità di risoluzione del mandato di agenzia. Intanto la riforma dell’articolo 1751 del Codice civile ha superato il sistema previgente prevedendo un’unica indennità di cessazione del rapporto di agenzia in sostituzione delle due precedenti, l’indennità di risoluzione e l’indennità suppletiva di clientela. Poi, ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?