Reddito d'impresa

L’indicazione generica dei costi mette a rischio l’inerenza

di Ferruccio Bogetti e Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Il contribuente ha sempre l’onere di provare l’esistenza, l’inerenza e la coerenza dei costi fiscalmente dedotti. Intanto, per potere fondatamente desumere l’esistenza e la coerenza economica dell’acquisto non basta che i costi siano stati contabilizzati ma deve esserci idonea documentazione a supporto. Ma la generica indicazione in fattura di natura, qualità e quantità dell’operazione fa sempre venir meno l’inerenza in quanto viola le finalità di trasparenza e conoscibilità poste a garanzia dell’attività di controllo e verifica. Così la Cassazione, ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?