Dichiarazioni e adempimenti

Ravvedimento per l’acconto Iva e compensazione con credito Irpef

LA DOMANDA Un professionista in base al modello Unico 2014 esce, causa ritenute d’acconto subite, con un credito Irpef di euro 12.000. Il medesimo però a dicembre 2013 avrebbe dovuto versare un acconto iva per euro 8.000. Può il professionista entro settembre 2014 fare il ravvedimento operoso pagando l’acconto iva con sanzioni ed interessi, utilizzando il credito irpef che scaturisce dal modello unico 2014 ? Se il credito irpef fosse invece di 6.000 e fosse possibile il ravvedimento si verserebbe l'acconto iva ancora dovuto più sanzioni ed interessi calcolati sugli originari 8.000?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?