Dichiarazioni e adempimenti

Niente rimborso della prima rata versata per la rivalutazione

di Laura Ambrosi

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Il contribuente che versa la prima rata dell'imposta sostitutiva sulla rideterminazione del valore di partecipazioni e terreni non può modificare successivamente la propria decisione. Infatti, non solo non ha diritto al rimborso di quanto versato, ma è anche obbligato al pagamento delle rate mancanti. Ad affermarlo è la sentenza 3410/2015 della Cassazione depositata ieri. Un contribuente aveva rivalutato una propria partecipazione, così come previsto dalla legge 448/2001 e pertanto versava la prima rata dell'imposta sostitutiva dovuta. ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?