Dichiarazioni e adempimenti

Chi mantiene la residenza versa al fisco italiano

di Michela Magnani

LA DOMANDA
Un cittadino italiano lavora in Ghana presso una società con sede in Ghana; paga le tasse locali direttamente in loco e vive in Ghana per più di 200 giorni all'anno. Opera la Convenzione 19 febbraio 2004 ratificata con legge n. 48 del 6 febbraio 2006 . In base all'articolo 16, sul lavoro subordinato, «le remunerazioni percepite a tale titolo sono imponibili in questo altro Stato (Ghana)»; questo significa che il soggetto non deve dichiarare i redditi in Italia perchè la tassazione effettuata in Ghana è esaustiva?
Oppure, significa che, nel caso dovesse dichiarare i redditi anche in Italia, potrebbe portare in detrazione fino a capienza la ritenuta subita in Africa? Che quadro del modello Unico deve compilare? Va soggetto anche agli adempimenti previdenziali? Può fruire delle deduzioni/detrazioni fiscali quali spese mediche e mutuo?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?