Imposte indirette

No al ricalcolo dell’avviamento se l’ufficio ignora le cambiali

di Marco Ligrani

La semplice enunciazione della formula matematica utilizzata dall’agenzia delle Entrate per rideterminare l’imposta di registro sull’avviamento non è - di per sè - sufficiente a motivare le ragioni del recupero, se il contribuente ha impugnato l’avviso di rettifica e liquidazione evidenziando gli elementi di fatto che giustificano il valore dichiarato. In questa ipotesi, spetta all’ufficio l’onere di provare in giudizio la fondatezza della pretesa, dimostrando la sussistenza, in concreto, dei presupposti per l’applicazione del criterio ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?