Dichiarazioni e adempimenti

Ristrutturazioni, ritenuta dell’8% solo con il bonifico ad hoc

risposta di Marco Zandonà

LA DOMANDA Un contribuente per la ristrutturazione di un fabbricato ha erroneamente effettuato i pagamenti avvalendosi del bonifico ordinario (indicando comunque sullo stesso, la causale del versamento, la partita Iva delle ditte fornitrici ed il codice fiscale del beneficiario),anziché quello agevolato. In sede di controllo l’agenzia delle Entrate contesta il pagamento in quanto la banca con il bonifico ordinario non ha effettuato la ritenuta d’acconto dell’8%. Pertanto l’ufficio procede al recupero dell’importo detratto del 50% sul modello Unico. A nostro avviso visto che il bonifico aveva i requisiti richiesti dalla norma, il contribuente non ha arrecato danno all’Erario in quanto le ditte che hanno effettuato le prestazioni hanno pagato l’imposta in sede di dichiarazione dei redditi al 100%, anziché detrarre l’acconto della ritenuta dell’8%. Semmai ci può essere una elusione temporale della somma pari all’8%. Chiedo un parere in merito.
Roberto Nicolet – Aosta

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?