Dichiarazioni e adempimenti

Società estera fittizia? La dichiarazione diventa fraudolenta

di Antonio Iorio

La costituzione di società estere ritenute fittizie che fatturano in luogo di una impresa nazionale, trasferendo così i ricavi fuori dall'Italia, può integrare il reato di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici. L'eventuale avvenuto pagamento delle imposte estere, che farebbe scendere al di sotto della soglia di punibilità l'importo ritenuto evaso, deve essere provato dall'imputato e non dall'accusa. È questo il principio espresso dalla Corte di cassazione sez. 3 penale con la sentenza 37422 depositata ieri Il rappresentante legale ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?