Dichiarazioni e adempimenti

Le fatture elettroniche passive promiscue si gestiscono come quelle cartacee

di Giorgio Confente

LA DOMANDA La nostra società opera nel settore immobiliare abitativo e commerciale. Quindi, fino ad oggi, quando riceveva fatture passive che relative a entrambe le attività, procedeva a fare una spaccatura tra i registri Iva fotocopiando la fattura e registrandola per la parte di competenza Iva e imponibile sul registro corretto. La fattura veniva poi conservata con due protocolli Iva diversi in doppia copia.
Alla luce della fattura elettronica, qual è il procedimento corretto visto che il protocollo di ricezione dello Sdi (sistema di interscambio) sarà unico?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?