Dichiarazioni e adempimenti

Acconto Iva con assist dal quadro VH della dichiarazione 2018

di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

Nel vortice delle novità fiscali, che ci stanno coinvolgendo in questi ultimi mesi, sta quasi passando inosservata una novità importante per la determinazione dell’acconto Iva con il metodo storico. Riguarda la profonda rivisitazione subita dal quadro VH, della dichiarazione annuale Iva 2018, che - come tutti ben ricorderanno - dopo tanti anni di onorato servizio, è stato quest’anno profondamente rivisitato per poter recepire in modo organico tutte le novità della comunicazione liquidazioni periodiche Iva (di seguito Lipe).
Il quadro VH da sempre funge da riferimento per il calcolo dell’acconto Iva con il metodo storico ed è utilizzato come base dati di partenza dalle funzioni di elaborazione delle procedure informatiche.

Le novità del quadro VH
Per poter comprendere meglio le modifiche che è stato necessario apportare alle procedure informatiche, occorre in premessa ricordare le principali novità del quadro VH di quest’anno.

La prima novità è che il quadro VH deve essere compilato solo nel caso in cui si intenda - con la dichiarazione annuale Iva - inviare, integrare o correggere i dati omessi, incompleti o errati nelle comunicazioni delle liquidazioni periodiche Iva.
Per correggere i dati contenuti in una Lipe già presentata il contribuente può, in alternativa:
•ripresentare in qualsiasi momento, entro comunque il 28 febbraio dell’anno successivo, un nuovo modello Lipe sostitutivo del precedente;
•compilare, in fase di redazione della dichiarazione annuale Iva, il quadro VH indicando in esso i dati corretti.

In quest’ultimo caso di correzione delle Lipe in dichiarazione, sarà necessario indicare tutti i dati richiesti, compresi quelli non oggetto di invio, integrazione o correzione. Quindi, anche qualora si intenda correggere soltanto un trimestre, ovvero soltanto un mese, sarà necessario compilare l’intero quadro VH.

Il tutto andrà accompagnato con il versamento di eventuali maggiori imposte, interessi e sanzioni, mediante ravvedimento operoso (risoluzione 104/E/2017).

In altre parole, a partire dalla dichiarazione Iva 2018, il quadro VH deve esser compilato soltanto in caso di necessità di correggere o integrare i dati delle liquidazioni Iva periodiche.

Nel caso in cui l’errore od omissione sia già stato corretto con un nuovo invio, non è necessario compilare anche il quadro VH.

Gli effetti delle nuove regole di compilazione del quadro VH sull’acconto Iva 2018
Il primo effetto è che il quadro VH non sempre risulta compilato, anzi la sua compilazione è di fatto un’eccezione visto che è necessaria soltanto nel caso in cui vi siano stati errori od omissioni che il contribuente abbia voluto sanare in dichiarazione. In assenza del quadro VH, i dati devono quindi essere rilevati direttamente dalle Lipe relativa al quarto trimestre. Ciò vale per tutti i soggetti mensili, trimestrali e trimestrali speciali, visto che in tutti e tre i casi la trasmissione della Lipe è obbligatoria. I righi che le procedure informatiche devono prendere a riferimento, variano a seconda della periodicità di liquidazione del contribuente nel 2017 e nel 2018.

Di seguito proviamo a fornire alcune indicazioni sintetiche circa i righi che è possibile prendere a riferimento nella normalità dei casi (per semplicità non teniamo conto dei dati contenuti nel quadro VM).

I dati del quadro VH e della Lipe utili per il calcolo dell’acconto Iva 2018 con il metodo storico
Va premesso che ogni software effettua l’elaborazione del calcolo dell’acconto Iva con il metodo storico con criteri proprietari, che quindi possono differire lievemente tra di loro. Ne consegue che le informazioni che forniamo a seguire hanno uno scopo puramente esemplificativo, finalizzato esclusivamente a comprendere le novità di quest’anno.

Abbiamo quindi provato a classificare le tipologie di acconto Iva in sei classi, ciascuna caratterizzata dalla periodicità del contribuente nell’anno solare 2017 e 2018 (mensile, trimestrale, trimestrale particolare - esempio autotrasportatori e distributori di carburante) e dalla percentuale da utilizzare.

A seguire abbiamo indicato la “formula base” che - salvo errori e omissioni - nella maggior parte dei casi risulta applicabile:
•nel caso in cui il quadro VH non risulti compilato (in tale circostanza i dati vengono acquisiti dalla Lipe);
•ovvero nel caso in cui il quadro VH risulti compilato.

1) Contribuente mensile 2017 e mensile 2018, percentuale da applicare 88%
■Quadro VH non compilato:
acconto = (VP13 colonna 2 + VP14 colonna 1) dicembre – VP14 colonna 2 dicembre
■Quadro VH compilato:
acconto = (VH15 colonna 2 + VH17 colonna 1) – VH15 colonna 1

2) Contribuente trimestrale 2017 e trimestrale (o trimestrale particolare) 2018, percentuale da applicare 88%
Acconto = VL32 – VL34 – VL35 – VX2

3) Contribuente trimestrale particolare 2017 e trimestrale (o trimestrale particolare) 2018, percentuale da applicare 88%
■Quadro VH non compilato:
acconto = (VP13 colonna 2 + VP14 colonna 1) 4° trimestre - VP14 colonna 2 4° trimestre
■Quadro VH compilato:
acconto = (VH16 colonna 2 + VH17 colonna 1) – VH16 colonna 1

4) Contribuente trimestrale 2017 e mensile 2018, percentuale da applicare 1/3 dell’88%
Acconto = VL32 – VL34 – VL35 – VX2

5) Contribuente trimestrale particolare 2017 e mensile 2018, percentuale da applicare 1/3 dell’88%
■Quadro VH non compilato:
acconto = (VP13 colonna 2 + VP14 colonna 1) 4° trimestre - VP14 colonna 2 4° trimestre
■Quadro VH compilato:
acconto = (VH16 colonna 2 + VH17 colonna 1) – VH16 colonna 1

6) Contribuente mensile 2017 e trimestrale (o trimestrale particolare) 2018, percentuale da applicare 88%
■Quadro VH non compilato:
VP14 colonna 1 ottobre + VP14 colonna 1 novembre + (VP13 colonna 2 + VP14 colonna 1) dicembre – VP14 colonna 2 dicembre
■Quadro VH compilato:
VH13 colonna 2 + VH14 colonna 2 + (VH15 colonna 2 + VH17 colonna 1) – VH15 colonna 1A

Le precedenti uscite di «Fisco e software»

Fattura elettronica B2B, uno standard per ridurre i margini di errore
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Comunicazioni Iva, la gestione dei dati di fatture e liquidazioni
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Certificazioni uniche, conguaglio a ostacoli per la detassazione dei premi di produzione
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Regime di cassa: la road map dell’adeguamento dei software
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Regime di cassa: l’aggiornamento software prosegue senza soluzione di continuità
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Fatturazione elettronica B2B, tutti i vantaggi dell’opzione
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Fattura elettronica, una chance per semplificare
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Fattura elettronica, le proposte per il definitivo decollo
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Modello 770 unificato ma con la chance di invii separati per ritenute
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Uno standard unico da AssoSoftware per la fattura elettronica
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Liquidazioni Iva, così la preparazione e l’invio dei dati
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Conguaglio da assistenza fiscale diretta, ecco cosa cambia per i sostituti
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Studi di settore, tutte le variabili per la compilazione dei modelli 2017
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Il modello Redditi SC alla prova dei nuovi bilanci
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Redditi SC, slalom tra le novità dei quadri
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Modello Irap 2017 al test delle modifiche sui bilanci
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Compensazioni, il nuovo obbligo di passare da Entratel per i titolari di partita Iva
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Comunicazioni Iva, cambio di rotta sul filo di lana
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Fatture, invio dei dati in cerca di riduzioni
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Comunicazioni dati Iva al test della conservazione copia intermediario
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Certificazione unica 2017, tutte le regole (e le date) per la conservazione sostitutiva
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Iva, il vademecum per i versamenti entro il 30 giugno
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Compensazioni e scomputi, slalom tra le regole
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Bonus Irpef, obbligatoria l’esposizione delle compensazioni in F24
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Split payment, due vie per la registrazione degli acquisti
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Dati fatture emesse e ricevute, il vademecum antierrori
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Fatture emesse e ricevute, slalom per l’invio dei dati
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Proroga dei versamenti, verifica sugli effetti
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Spesometro al test dei dati da trasmettere
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura, uno standard unico di codifica
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Dichiarazioni, a pieno regime il monitoraggio sull’invio telematico
di Fabio Giordano , comitato tecnico AssoSoftware

Dati fatture, così il monitoraggio degli errori dell’invio telematico
di Fabio Giordano , comitato tecnico AssoSoftware

Spesometro, le proposte per correggere le disfunzioni
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Isa, le integrazioni con i software gestionali
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Isa, le risposte ai dubbi principali sull’operatività
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Intrastat 2018, limitati gli aggiornamenti per i software gestionali
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura obbligatoria, gli effetti dell’introduzione
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura obbligatoria, un primo quadro di adempimenti e opportunità
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Lo split payment complica la gestione dell’acconto Iva
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Regime per cassa, le insidie nel passaggio dalla competenza
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

La stretta sulla detrazione Iva mette in stand by l’adeguamento informatico
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Dichiarazione Iva 2018, ecco le novità in arrivo
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Costi aggiuntivi con la scomparsa delle monete da 1 e 2 centesimi
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Modello 730/2018, ecco cosa cambia nei quadri di immobili e redditi
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Modello 730/2018, slalom tra i codici per i bonus casa
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Iper e superammortamento come cambiano le procedure informatiche
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Detrazione Iva, più tempo ma le complicazioni restano
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Conservazione digitale dei documenti con termine unico
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Spesometro, i software si adeguano alle nuove modalità di invio
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Modello 770, sull’invio separato si cambia di nuovo
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura obbligatoria tra «privati» in cerca di incentivi
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Versamenti Redditi 2018 con la doppia rata il 20 agosto
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Per l’e-fattura primo test sui carburanti da luglio
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura in cerca di certezze sulla «comunicazione» del reverse charge
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Gli studi di settore fanno ancora i conti con le rimanenze finali
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Lo spesometro «dribbla» i dati mancanti del fornitore estero
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Dati liquidazioni Iva, il modello si aggiorna a operazioni straordinarie e acconti
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Gli studi di settore fanno ancora i conti con le rimanenze finali
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura, un tool per l’immediata lettura del file in formato Xml
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Modello 730, due vie per comunicare alle Entrate la «sede telematica»
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Rimanenze finali rilevanti anche per le società di comodo
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

I flussi del modello 730-4 alla prova delle ricevute
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Controlli preventivi sui rimborsi del 730 con «avviso» al contribuente
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

La chance della fatturazione unificata per i gruppi Iva
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Gruppo Iva alla prova della convenienza
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura, la via dell’integrazione dei sistemi per aumentare i vantaggi
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura, da subito l’obbligo di conservazione sostitutiva
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

E-fattura, codice convenzionale se il cliente non comunica l’indirizzo
di Roberto Bellini, direttore generale AssoSoftware

Termini sovrapposti per i versamenti dell’Iva e delle dichiarazioni dei redditi
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Il versamento carente dell’Iri in acconto non è sanzionabile
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Bilanci digitali, la road map parte da società quotate e soggetti Ias
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Privacy, software già allineati al Gdpr
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Nuovi Isa con un set di dati già «precompilati»
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

La chance del regime premiale per gli studi di settore
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Le incognite del ricalcolo dopo lo stop (tardivo) alla doppia rata per le partite Iva
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Deduzione dei costi, la Cassazione detta la linea sulle fatture originali
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

E-fattura, ecco perché si applica l’esonero dalla tenuta dei registri Iva
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Compensazioni, gli effetti dei controlli preventivi sui crediti a rischio
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Gruppo Iva, modello per l’opzione sottoscritto da tutti i partecipanti
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Deducibilità degli interessi passivi con nuovi criteri in arrivo
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Beni ammortizzabili, rimborso Iva anche per il leasing
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Registri Iva verso l’estensione della stampa solo su richiesta dei verificatori
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

F24, in arrivo nuove regole di compilazione e di compensazione
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Fattura elettronica, così l’emissione dal committente per gli agenti
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

«Fatture e corrispettivi», tutti i pro e i contro delle possibili modalità di accesso
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware

Fattura elettronica, costi e benefici delle tre soluzioni per la delega all’intermediario
di Fabio Giordano, comitato tecnico AssoSoftware


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tag