Imposte indirette

Immobili: versamento dell'imposta di registro ed applicazione del regime di cedolare secca

LA DOMANDA Un soggetto privato ha concesso in fitto, con decorrenza dall'anno 2013, alcuni immobili abitativi a privati. Vista la convenienza fiscale all'applicazione del regime di cedolare secca, è possibile procedere alla risoluzione anticipata dei contratti di fitto in essere, prima della decorrenza della scadenza annuale per il pagamento dell'imposta di registro e, successivamente, stipulare contratti (anche a canone concordato ove applicabili!) con l'applicazione della cedolare secca? Ove non fosse applicabile il fitto a canone concordato, è comunque necessario rifare il contratto per l'applicazione della cedolare o è sufficiente la comunicazione con raccomandata all'affittuario?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?