Imposte indirette

L'Iva sui beni trasformati nel Paese dell'acquirente

di Alberto Santi

L’Iva pagata in Francia sulla lavorazione di beni, eseguita prima della vendita degli stessi da un operatore italiano a un cliente francese, non può essere chiesta a rimborso dal fornitore stabilito in Italia, senza il tramite del proprio rappresentante fiscale e in mancanza di identificazione diretta. Questo perché la successiva cessione si considera territorialmente eseguita nello Stato membro in cui si trova l’acquirente dei beni (divenuti conformi a quanto contrattualmente stabilito) e perciò preclude l’accesso alla procedura di rimborso, ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?