Imposte indirette

Frode carosello, la complicità va provata in modo puntuale

di Gianluca Boccalatte

Per contestare l’inesistenza oggettiva delle fatture serve la prova “puntuale” della partecipazione del destinatario a una frode carosello. Non è sufficiente il semplice fatto di aver intrattenuto, con la società promotrice di altre frodi, rapporti commerciali che sono invece configurabili come “verosimili”. Questo il principio stabilito dalla Ctp di Treviso, con la sentenza 665/02/2014 (presidente Riscica, relatore Celotto). La controversia ha preso origine da una verifica fiscale nei confronti di una società per azioni italiana, risultata quale possibile utilizzatrice ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?