Imposte indirette

I requisiti per applicare la cedolare secca «arretrata»

di Luigi Lovecchio

LA DOMANDA Il 29 gennaio 2014 ho registrato un contratto di locazione abitativo di natura transitoria, a uso foresteria, con una impresa di costruzioni (che vi alloggia suoi operai), della durata di 12 mesi, non esercitando l’opzione per la cedolare secca, sin qui preclusa, e versando, quindi, l’imposta di registro del 2 per cento. Dopo la sentenza 470/03/2014 della Commissione tributaria provinciale di Reggio Emilia, posso esercitare l’opzione in sede di Unico 2015 (relativo ai redditi 2014) anche senza inviare una raccomandata all’impresa locataria, non essendo previsti adeguamenti Istat contrattuali? Posso anche fare istanza di rimborso dell’imposta di registro, non dovuta ai sensi della legge istitutiva della tassa “piatta”? - D. O. Grosseto

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?