Imposte indirette

Compensazioni Iva, il limite non rispetta le regole Ue

di Giorgio Gavelli

L’estensione a nuove fattispecie del meccanismo del reverse charge e l’introduzione dello split payment (previste dalla legge di stabilità 2015) avrà come naturale effetto quello di incrementare le posizioni creditorie delle imprese interessate nei confronti dell’erario, per effetto del minor importo di Iva assolta sugli acquisti destinata a compensarsi con l’Iva sulle vendite. Questa conseguenza accentua il ruolo “di irrigidimento del sistema” costituito dal limite massimo alle compensazioni previste dall’articolo 34 della legge n. 388/2000, nei confronti del quale ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?