Imposte indirette

Iva, una base imponibile per le prestazioni gratuite

di Cristina Odorizzi

LA DOMANDA Una società di capitali gestisce, all'interno di una discoteca, un bar dove capita di erogare somministrazioni gratuite (di valore non superiore a 25,82 euro) ad alcuni clienti o a dipendenti od orchestrali, certificate con scontrino fiscale “a zero”, recante la circostanza. Dal punto di vista della detrazione Iva e della deduzione del costo dei beni destinati alla somministrazione gratuita, acquistati unitamente a quelli relativi alle operazioni imponibili, quali vincoli ci sono?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?