Imposte indirette

Stretta sulle false lettere d’intento

di Massimo Sirri e Riccardo Zavatta

Alleggerito dell’obbligo di comunicare al fisco le lettere d’intento, il fornitore dell’esportatore abituale resta al centro dell’attenzione dei giudici. È questo il senso delle prime pronunce 2015 della Cassazione sul tema della responsabilità di chi vende beni o presta servizi senza applicare l’Iva, in presenza di una lettera d’intento ideologicamente falsa. L’ordinanza 176/2015 e la sentenza 4593/2015 (riguardanti vicende ante Dlgs 175/2014) alzano l’asticella oltre la quale la transazione è “al riparo dal fisco”, precisando che ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?