Imposte indirette

Operazioni soggettivamente inesistenti: per la detrazione Iva prova al contribuente

di Marco Denaro

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

In linea di principio, è precluso al cessionario dei beni il diritto alla detrazione dell’Iva nel caso di emissione di fatture per operazioni inesistenti, anche solo sotto il profilo soggettivo, tranne nel caso in cui possa provare di essere in buona fede, ossia che non sapeva o non poteva sapere di partecipare ad un’operazione fraudolenta; prova, quest’ultima, che non può consistere solo nella circostanza che la merce sia stata consegnata e la fattura, Iva compresa, sia stata effettivamente pagata.Così ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?