Imposte indirette

La risoluzione del rapporto giustifica la nota di variazione

di Benedetto Santacroce

Nel caso di contratti a esecuzione continuata o periodica la risoluzione per inadempimento consente al creditore di emettere una nota di variazione Iva in diminuzione in modo retroattivo per tutte le prestazioni per le quali il debitore non abbia onorato il contratto a prescindere dall’attivazione di specifiche procedure di recupero. Questo importante principio, che allinea la normativa Iva alle regole civilistiche, è contenuto, con efficacia interpretativa, nella nuova formulazione del comma 9 dell’articolo 26 del Dpr 633/72. Il ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?