Imposte indirette

Le indagini bancarie non confermano i dati Omi

di Laura Ambrosi

Le indagini bancarie non costituiscono una presunzione legale valida ai fini delle imposte indirette, con la conseguenza che anche l’accertamento avviato sulla discrasia con i valori Omi e supportato da ingiustificati prelevamenti sul conto corrente non è di per sé sufficiente per la pretesa di maggiore imposta di registro. Ad affermarlo è la Ctp di Forlì con la sentenza 391 depositata il 26 ottobre 2015 (presidente Urizio, relatore Ricci). L’agenzia delle Entrate aveva notificato a una contribuente ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?