Imposte indirette

Iva, pro rata alla Corte di giustizia

di Giovanni Parente

I giudici tributari bussano alla porta della Corte di giustizia Ue per chiedere un chiarimento definitivo sulla compatibilità della normativa italiana per il calcolo del pro rata Iva con la disciplina di riferimento comunitaria. Sotto esame ci sono le norme nazionali in base alle quali, qualora il soggetto passivo eserciti contemporaneamente attività imponibili ed esenti, l’imposta detraibile è determinata forfettariamente, a prescindere dalla misura dell’effettiva utilizzazione dei beni e dei servizi in operazioni a valle imponibili o ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?