Imposte indirette

Conguaglio in diminuzione con aliquota ordinaria

di Stefano Setti

LA DOMANDA La circolare 15/E/2015 specifica che «... per le note di variazione in diminuzione ricevute dopo il 1° gennaio 2015, che si riferiscono ad una fattura originaria emessa dal fornitore anteriormente al 1° gennaio 2015, il fornitore potrà applicare la disciplina della scissione dei pagamenti». Nell'ipotesi di un conguaglio relativo ad una fattura di 121 euro con Iva al 21%, per cui si debba emettere una nota in diminuizione di 50 euro, alla luce della sopra citata circolare, si può applicare la scissione dei pagamenti. In tal caso, occorre applicare l'Iva del documento d'origine al 21% con split payment e, quindi, 10,50 euro (come nel caso di un nomale conguaglio), oppure bisogna applicare l'Iva ordinaria al 22% con split payment e, quindi, 11 euro?

Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?