Imposte indirette

Sì all’Iva sui compensi percepiti dopo la cessazione dell’attività

di Michele Doglio

La sentenza 8059/2016 delle Sezioni unite della Cassazione ha stabilito che il compenso per le prestazioni professionali è imponibile a fini Iva anche se percepito dopo la cessazione dell’attività e la dismissione della partita Iva. Nella pronuncia, emessa per «esigenza nomofilattica», è chiarito che il fatto generatore dell’imposta deve essere identificato con l’effettuazione del servizio e non con il momento del pagamento da parte del cliente. Le SS.UU. con la pronuncia in commento hanno dato seguito all’ordinanza ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?