Accertamento e contenzioso

Per l’irreperibilità «relativa» non basta la residenza anagrafica

di Gianni Rota

Q
D
FContenuto esclusivo QdF

La residenza anagrafica formale non è sufficiente per pretendere che la notifica degli atti impositivi avvenga attraverso la procedura prevista per gli “irreperibili relativi”. Intanto l’attestazione del messo notificatore che dichiara che il contribuente è “sloggiato”, quale atto pubblico può fare legittimamente presumere l’irreperibilità ’’assoluta”, che per essere contrastata necessita della proposizione di una querela di falso. Poi, in caso di irreperibilità ’’assoluta” la notifica si intende eseguita, anche senza l’invio della raccomandata informativa dell’avvenuta affissione dell’avviso di deposito ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Abbonati a Digital Fisco per avere gli approfondimenti del Quotidiano del Fisco e il Quotidiano del Sole 24 Ore in versione digitale.

Approfitta della promozione, 3 mesi di prova a € 44,90

Abbonati

Sei già in possesso di username e password?