Imposte indirette

La nota va emessa alla fine infruttuosa dell’iter concorsuale

di Giulio Andreani e Angelo Tubelli

Prima delle modifiche introdotte dalla legge 208/2015 (Legge di stabilità 2016), l’articolo 26, comma 2, del Dpr 633/1972 attribuiva al creditore di un’impresa insolvente la facoltà di recuperare l’Iva relativa al corrispettivo non incassato (in tutto o in parte) a causa di procedure concorsuali o di procedure esecutive rimaste infruttuose, tramite emissione e registrazione di apposita nota di variazione in diminuzione. La formulazione originaria di tale disposizione (derivante dalla legge 30/1997) faceva riferimento al «mancato pagamento in tutto o ...


Quotidiano del fisco

Il Quotidiano del Fisco è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per i commercialisti. L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?